News archive 13/04/2020

CALCIO E COMUNICAZIONE

Alla scoperta dei colossi della comunicazione sportiva della Serie i, ovvero Sky Italia e Calciatori Brutti!

Dopo aver parlato di finanza, è il turno della comunicazione, in particolare quella sportiva. La Serie i può vantare fra le sue partecipanti due colossi del settore, ovvero Sky Italia e Calciatori Brutti. Per numeri e contenuti possono essere sicuramente considerati come i migliori in questo campo, rispettivamente quello televisivo e social, ma con lo sguardo a tante altre iniziative.

Sky Italia avrebbe dovuto esordire nella Serie i in questa stagione, ma come sappiamo la competizione è stata rinviata per motivi ben noti. La rosa stilata dal colosso televisivo per il torneo, annoverava diversi giornalisti che tutti noi conosciamo molto bene come Riccardo Trevisani e Gianluigi Bagnulo, solo per citarne alcuni. Sky è nata dalla fusione fra Stream e Telepiù, nell'ormai lontano 2003, grazie al magnate australiano Rupert Murdoch, e alla collaborazione con Telecom Italia. Nel 2006 Murdoch acquisisce il 20% di Telecom, e diventa l'unico padrone della rete satellitare, che registra risultati sempre migliori grazie alla enorme mole di eventi sportivi (e non) messa sul piatto. Nel 2018 News Corporation (la società di Murdoch) decide di vendere tutte le proprie azioni di Sky a Comcast, gigante della comunicazione americana, iniziando praticamente una nuova era. Nel 2019 Sky ha fatto registrare un calo negli utili rispetto al 2018 (-3%) a causa della flessione pubblicitaria, ma ha anche fatto segnare un aumento di abbonati e può vantare quasi 24 milioni di utenti, chiudendo l'anno fiscale con un giro d'affari consolidato di 19,22 miliardi di dollari.

Calciatori Brutti, invece, collabora col CUN da un paio d'anni ormai, sia per quanto riguarda la partecipazione ai tornei, sia per la creazione e la sponsorizzazione di altre manifestazioni. La 12H di Calciatori Brutti ha avuto un ottimo successo sia a Roma, che a Milano, facendo divertire tantissimi giocatori e appassionati. In più nella corsa stagione Roselli e compagni hanno anche mostrato un ottimo affiatamento in campo (primi nel Girone A della Prima Divisione), interrompendo il loro percorso nei quarti di finale del Trofeo delle Aziende per un cavillo burocratico, dopo aver vinto 5-4 sul campo con Edreams. La creatura di Daniele Roselli ed Enrico Modica, nata nel 2013, ha avuto un successo spaventoso sui social: sono più di 4 milioni, i followers che seguono le loro varie pagine, e questo li ha portati a pensare sempre più in grande. Per questo Calciatori Brutti è sempre in movimento, con tante iniziative divertenti (come la Macchinata Ignorante per il Leicester di Ranieri), contenuti molti simpatici (come le interviste con personaggi dello sport e dello spettacolo), e ultima (ma non ultima) l'idea di investire in startup che sviluppano gestionali per società di calcio (come Golee).