News archive 05/07/2021

SERIE i: GUM FA DOPPIETTA, BEST KO

Nella finale per il Trofeo per le Aziende, Pardi e compagni battono 6-4 Best: è il secondo successo consecutivo dopo quello del 2019

La Serie i non cambia padrona: Gum Consulting conferma di essere la squadra più forte del Campionato per le Imprese e conquista per la seconda edizione di fila il Trofeo delle Aziende. La formazione a conduzione famigliare targata Matteo, Umberto e Dario Pardi trionfa nella finale contro Best, che lotta con onore, reagisce due volte allo svantaggio, ma è costretta a cedere per 6-4 dopo una finale piena di ribaltoni e colpi di scena.

Lo spettacolo, insomma, non è mancato nella serata conclusiva del Trofeo delle Aziende in scena al Palauno, teatro di tante battaglie sin dal settembre 2020. A differenza del brutto avvio (e in realtà dell'intero primo tempo) contro Teatro alla Scala, Gum parte forte, volando subito sul 2-0 grazie ai fratelli Pardi, bravi con due desti fulminanti a battere sul secondo palo Aloe. Sembrano i titoli di testa di un film con un copione ben preciso e impossibile da cambiare, ma Best dimostra ancora una volta di essere una squadra che non conosce il significato della parola "arrendersi". E, così, Zambelli e il solito Italiano rimontano e riportano il punteggio in parità: il 2-2 con cui si chiudono i primi 20 minuti.

Nella ripresa, però, ecco la frittata: da un errore difensivo di Best, causato dalla doppia indecisione firmata Tozzi-Aloe, nasce il 3-2 di Catananti. E, come nel primo tempo, subito dopo arriva il doppio vantaggio grazie ad Umberto Pardi, che realizza la sua personale doppietta sfruttando un altro errore del portiere di Best che, nel tentativo di salvare un pallone sulla linea, lo regala al 32 in maglia gialla. La partita sembra chiudersi prima di metà secondo tempo, con Ferro che trova il 5-2. Sembra, appunto, ma Best ha un altro sussulto d'orgoglio e accorcia le distanze prima con Cei, poi con Calamita, che si procura e realizza un rigore inizialmente non concesso dall'arbitro D'Ambrosio, che cambia idea dopo la revisione al Var. Sull'azione successiva, però, Matteo Pardi chiude virtualmente i giochi con un diagonale destro che fulmina Aloe per il 6-4 di Gum, che si conferma campione della Serie i.

Soddisfazione incontenibile per Matteo Pardi, intervistato nel post partita: "È stata una grande finale, con Best ci siamo divertiti tutto l'anno dopo aver perso l'ultima in Regular Seaon e poi vinto 3-2. Anche stasera è stata combattuta fino all'ultimo. Siamo partiti forte perché di solito partiamo male. Loro sono stati bravi ad accelerare e recuperare subito: abbiamo dovuto fare lo stesso perché era troppo importante portarla a casa oggi. Dire che siamo abituati a vincere è un po' troppo, ma ci siamo tolti una grande soddisfazione. Lo abbiamo detto ad inizio anno. Vincere è difficile, rivincere lo è ancora di più: siamo stati doppiamente bravi".

Delusione, invece, tra le fila di Best. A metterci la faccia dopo la sconfitta, come spesso nel corso della stagione, è stato il capitano e portiere Jacopo Aloe: "È stata una grande finale. Dispiace perché abbiamo fatto un bel percorso. Abbiamo preso 2-3 gol da polli, io e Andrea (Tozzi) abbiamo fatto una cappellata, poi quello in cui ho recuperato sulla linea ma ho regalato il gol. Non fa niente, ci riproveremo l'anno prossimo. Loro sono stati più bravi, più fortunati e capaci di sfruttare i nostri errori. Ce la siamo giocata alla pari, un peccato. Ci riproveremo nella prossima stagione."

Best, alla sua prima finale, si consola con i premi individuali: Daniele Calamita si laurea capocannoniere con 14 gol davanti ai 12 di Spinelli di Teatro alla Scala, mentre Marco Italiano, tra i più positivi anche in finale, è stato eletto miglior giocatore del torneo.

Il Campionato per le Imprese, in attesa della finale della Coppa delle Industrie, si è chiuso come doveva chiudersi: al netto di qualche occasionale passo falso e di qualche rivelazione stagionale, ha vinto la squadra più forte e più completa. La sicurezza di Dario Pardi (eletto miglior portiere del torneo), ben aiutato in difesa (e non solo) dai figli Umberto e Matteo, la qualità innegabile di Catananti e Melogli, il supporto di Ferro e De Feudis: Gum è riuscita a vincere con la qualità del suo quintetto e dei "ricambi", se così si possono definire. Dominando una fase finale che, inoltre, non ha visto scendere in campo Acquistapace, tra i protagonisti della Regular Season. Finale nel 2018 (con il nome di Payglobe), successi nel 2019 e nel 2020/2021: in Serie i prosegue l'era vincente di Gum.